Salve cari lettori,

ieri sera ho assistito ad un evento musicale molto interessante e divertente.

L’evento ha visto protagonisti i “Roma Brass Quintet”, un quintetto di ottoni composto da Massimo Bartoletti e Ermanno Ottaviani alle trombe, Marco Venturi al corno, Maurizio Persia al trombone e Augusto Mentuccia alla tuba.

Il quintetto nasce dalla fusione di questi musicisti molto validi provenienti da varie orchestre ed istituzioni come l’Accademia nazionale di S. Cecilia, l’Orchestra sinfonica della RAI, la Banda Nazionale dell’Arma dei Carabinieri.

Il repertorio presentato ieri sera è intitolato “L’opera, il musical, il cinema e le loro intramontabili melodie” e trattava colonne sonore di film ed eventi cinematografici famosi e anche la tradizione musicale associata alle opere. In particolare abbiamo assistito all’esecuzione del Barbiere di Siviglia (Rossini), la Strada (Rota), Moments (Morricone), Carmen (Bizet), West Side Story (Bernstein), Porgy and Bess (Gershwin), La vita è bella (Piovani), Cartoons Fantasy (Vari), Cinema (Piana).

Ciò che ha caratterizzato la serata sin dal primo momento è stato il modo frizzante di presentare i brani e la loro storia. Il quintetto infatti, oltre a proporre la semplice esecuzione dei vari brani, ha anche la prerogativa di fare una presentazione , un excursus sia sul pezzo e, cosa ancor più interessante, sui vari racconti o anche leggende che circondano la nascita e l’evoluzione storica dell’opera o del semplice brano.

Molto preparati dal punto di vista musicale, e non solo, i cinque ci hanno riservato una serata davvero molto piacevole e non senza colpi di scena. Durante le esecuzioni i musicisti si sono improvvisati anche attori impersonificando personaggi con un tono ironico… non sono mancate sicuramente gag, forse preparate prima… forse no. Sicuro il fatto che i primi a divertirsi sono stati loro, con uno spirito fresco e solare.

Tutto questo ha portato il pubblico ad essere partecipe attivamente a questa specie di teatrino comico, ma con uno sfondo di ottima musica, tendente soprattutto in qualche solo, a sonorità Jazz, genere che contraddistingue il quintetto, che normalmente si impegna a proporre al proprio pubblico.

Belle le interpretazioni dei pezzi di Rota e Morricone, delizievole esecuzione di Progy and Bess, un po’ spoglio di arrichimenti musicali e carente negli incastri invece Il barbiere di Siviglia; esilarante anche l’interpretazione delle Cartoons Fantasy, colonne sonore dei cartoni animati interpretate con buon gusto e miscelati in un’essenza Jazz, che è come sempre delizievole.

L’evento in generale è stato un successo e il pubblico ha apprezzato sicuramente le interpretazioni dei validi musicisti.

Ovviamente il dopo concerto è stato a base di delizie calabresi, offerte gentilmente dal nostro amico Stefano accompagnate da un ottimo vino di Montepulciano (da noi soprannominato “tritolo”, per ovvi motivi), produzione fatta in casa da un mio conoscente della zona e che spesso vado a trovare per rifornirmi.

Colgo l’occasione per mandare un abbraccio forte al mio amico secolare Luca Cipriotide e la sua girl, nonchè mia nuova amica, Pepita ! Grazie ragazzi per i bellissimi momenti che stiamo trascorrendo insieme !

Con questo vi saluto amici lettori e …

alla prossima !

Elicus.

Annunci