Salve cari lettori,

dalle ultime notizie ho appreso che verrà abrogato il referendum per il nucleare in Italia, e questo evidentemente è stato fatto per degli interessi “laterali” a ciò che una votazione avrebbe potuto portare.

In ogni caso, tutti gli avvenimenti politici di questi ultimi tempi mi portano a riflettere tanto, e mi viene in mente una frase citata di Paolo Borsellino, il nostro paladino della giustizia.

A voi cari.

« L’equivoco su cui spesso si gioca è questo: si dice quel politico era vicino ad un mafioso, quel politico è stato accusato di avere interessi convergenti con le organizzazioni mafiose, però la magistratura non lo ha condannato, quindi quel politico è un uomo onesto. E NO! questo discorso non va, perché la magistratura può fare soltanto un accertamento di carattere giudiziale, può dire: beh! Ci sono sospetti, ci sono sospetti anche gravi, ma io non ho la certezza giuridica, giudiziaria che mi consente di dire quest’uomo è mafioso. Però, siccome dalle indagini sono emersi tanti fatti del genere, altri organi, altri poteri, cioè i politici, le organizzazioni disciplinari delle varie amministrazioni, i consigli comunali o quello che sia, dovevano trarre le dovute conseguenze da certe vicinanze tra politici e mafiosi che non costituivano reato ma rendevano comunque il politico inaffidabile nella gestione della cosa pubblica. Questi giudizi non sono stati tratti perché ci si è nascosti dietro lo schermo della sentenza: questo tizio non è mai stato condannato, quindi è un uomo onesto. Ma dimmi un poco, ma tu non ne conosci di gente che è disonesta, che non è stata mai condannata perché non ci sono le prove per condannarla, però c’è il grosso sospetto che dovrebbe, quantomeno, indurre soprattutto i partiti politici a fare grossa pulizia, non soltanto essere onesti, ma apparire onesti, facendo pulizia al loro interno di tutti coloro che sono raggiunti comunque da episodi o da fatti inquietanti, anche se non costituenti reati.»

Paolo Borsellino, Istituto Tecnico Professionale di Bassano del Grappa 26/01/1989

Signori/e, per salvaguardare il nostro futuro e quello dei nostri figli, pubblicizziamo questi argomenti …!!!

Ai referendum di domenica 12  e lunedì 13  giugno vota SI per dire NO.

1 – Vota SI per dire NO AL NUCLEARE.

2 – Vota SI per dire NO ALLA PRIVATIZZAZIONE DELL’ACQUA.

3 – Vota SI per dire NO AL LEGITTIMO IMPEDIMENTO.

RICORDATEVI CHE DOVETE PUBBLICIZZARLO VOI IL REFERENDUM… perchè Berlusconi NON farà passare gli spot ne’ in Rai ne’ a Mediaset.

Sapete perché ? Perché nel caso in cui riuscissimo a raggiungere il quorum lo scenario sarebbe drammatico per Berlusconi ma stupendo per tutti i
cittadini italiani:

1 – Se passa il SI per dire NO AL NUCLEARE, BERLUSCONI NON POTRA’ PIU’ FARE ARRICCHIRE I SUOI AMICI IMPRENDITORI CON I NOSTRI SOLDI E LA NOSTRA SALUTE.

2 – Se passa il SI per dire NO ALLA PRIVATIZZAZIONE DELL’ACQUA, BERLUSCONI NON POTRA’ FARE ARRICHIRE I SUOI AMICI IMPRENDITORI LUCRANDO SU UN BENE DI PRIMA NECESSITA’.

3 – Se passa il SI per dire NO AL LEGITTIMO IMPEDIMENTO, BERLUSCONI NON POTRA’ PIU’ DIRE CHE HA LA MAGGIORANZA DEGLI ELETTORI DALLA SUA PARTE E DOVRA’ DIMETTERSI.

Vi ricordo che il referendum passa se viene raggiunto il quorum. E’ necessario che vadano a votare almeno 25 milioni di persone. Secondo la
propaganda berlusconiana le cose devono andare a finire così:

1 – I cittadini si informano attraverso la Tv.

2 – Le Tv appartengono a Berlusconi.

3 – Berlusconi, per i motivi sopra indicati, non vuole che il referendum passi.

4 – Il referendum non sarà  pubblicizzato in TV.

5 – I cittadini, non sapranno nemmeno che ci sarà un referendum da votare il 12 giugno.

6 – I cittadini, non andranno a votare il referendum.

7 – Berlusconi sarà contento, farà arricchire i suoi amici, si arricchirà, e resterà al suo posto.

8 – I cittadini, continueranno a prenderla nel deretano.

Vuoi che le cose non vadano a finire cosi ? Copia-incolla e pubblicizza il referendum a parenti, amici, conoscenti e non conoscenti.

Passaparola!

Salve cari lettori,

dopo i recenti tristissimi episodi sulla sciagura giapponese, non possiamo non porci la domanda sovrana su tutte: ma il nucleare è davvero utile, nonostante i tantissimi danni che arreca?

Le risposte che si leggono in giro sono diversificate, ma dobbiamo avere ben presente che sotto ci sono sempre degli interessi di “qualcuno”, siano essi economici, politici o di altra natura.

Ecco invece uno studio, una VERA ANALISI, sul Nucleare, che è un qualcosa ormai di obsoleto, anacronistico e… non ultimo… INUTILE.

Leggete l’articolo nel file pdf al link sottostante, riflettete…

Nucleare Domande e Risposte

 

STOP AL NUCLEARE !

 

Non dimentichiamo Chernobyl e le sue vittime !


Salve amici e cari lettori,

purtroppo in questi giorni stiamo vivendo un dramma dalle proporzioni davvero allarmanti che ci sta facendo riflettere sui tanti aspetti che riguardano non solo la discussione del nucleare, delle centrali nucleari, ma anche su un problema ambientale da non trascurare affatto!

Le fonti dalle quali potersi aggiornare continuamente stanno facendo un lavoro encomiabile, come il corriere della sera (cfr. Immagine allegata), la repubblica, l’ansa… ecc ecc…

Ho trovato questo schemino molto esemplificativo di quella che è la situazione alla centrale di Fukushima.

Essendo nel periodo di Carnevale, ho pensato… perchè non fare proprio una bella lasagna?

 

Ed allora… eccovi i pochi passi per preparare una lasagna molto sobria, ma al contempo buonissima (e posso garantire di persona)!

– preparare il ragù, con la ricetta che meglio preferite;

– lessare le sfoglie di pasta all’uovo in acqua bollente con sale;

– procedere a strati: prima sugo, poi sfoglie, poi sugo, poi mozzarella e ricotta con una grattata di parmigiano ed infine di nuovo sfoglie;

– fare quanti strati vi fa più piacere (io ne ho fatti 5) e ricoprite il tutto con altro sugo (ed aggiunta di un po’ di sugo fresco) e ricoprire con parmigiano e basilico.

 

Ed a voi…  l’opera d’arte!!! E’ buonissima!!

Ah, vi ho mostrato anche cosa fare “dopo”… PULITE LA CUCINA !!! 😀

Saluti a tutti.

Salve a tutti,

è un po’ che non mi dedicavo al mio blog, che non scrivevo qualche parola per i miei lettori… penso però che per esprimere particolari momenti e sensazioni forse il modo migliore è proprio il silenzio.

Ad ogni modo eccomi tornato a voi, miei cari, e per ricompensare questa mia latitanza ho cambiato anche un po’ la testata del blog, tanto per stare anche in tema con l’autunno che fra un po’ arriverà.

Vi scrivo perchè stamani mi sono svegliato con una voglia di lavorare pari allo zero assoluto (per chi non lo sapesse è -273,15° C ). Lo zero assoluto è possibile raggiungerlo in base a tre leggi fisiche: Il teorema di Nernst, anche chiamato terzo principio della termodinamica, Principio di indeterminazione di Heisenberg, Energia di punto zero.

Ebbene, io l’ho raggiunto proprio stamani.

A questo punto ho preso un caffè in un bar, ove il proprietario forse a stento conosce il principio di leva, ma per senso sicuramente pratico e non teorico. Tra una battuta e un’altra abbiamo iniziato a fare una serie di battute a ripetizione, e alla fine sono uscito da quel bar con un altro umore, con un’altra voglia di affrontare la mia giornata e anche di andare a lavoro.

Insomma a quanto pare, sono proprio quegli eventi che nella tua vita descriveresti come insignificanti, quelle cose che possono invece cambiare radicalmente il senso di tutto, dando un significato diverso ad ogni cosa, come per esempio ad un principio fisico, chiamato appunto, zero assoluto… il mio zero assoluto.

Un abbraccio cari lettori.

Elicus

Salve a tutti,

un mio amico, nonchè collega di lavoro e progetti, ha scritto un’interessantissima applicazione per iPhone, alla quale ho contribuito come Test Engineer. Si chiama “Nalalium”.

Nalalium è una sveglia geolocalizzata, con la quale potrete svegliarvi non in base all’orario, come le più convenzionali sveglie, ma in base alla posizione in cui vi troverete, ovviamente preimpostata precedentemente!

Caratteristica particolare è che a svegliarvi sarà il vostro brano preferito scelto dalla vostra libreria personale di iTunes, presente sul vostro iPhone.

Maggiori dettagli sono riportati qui.